4 LUOGHI DA VISITARE ASSOLUTAMENTE A MATERA

Aggiornato il: set 14

Se siete in giro per Matera, l’eterea città dei Sassi, sicuramente vi sarete imbattuti in una serie infinita di consigli. Dopo il titolo di Capitale Europea della Cultura 2019 la città è cambiata moltissimo e continua a cambiare volto, a rinnovarsi, a crescere. Sul fronte culturale troverete una bella schiera di mostre ed esposizioni temporanee che cambiano di frequente, tuttavia non perdetevi Casa Cava, un’incredibile voragine nella roccia oggi esclusiva location per eventi.

È davvero complicato formulare questa classifica perché è per le sue vie che perdendovi ritroverete quell’atmosfera casalinga d’altri tempi. Gustatevi i suoi angoli di pietra, la ruvidità della gravina che taglia l’agglomerato urbano, i profumi inerpicati per le sue stradine, le foglie secche e l’aria fresca su al Castello di Tramontano.


Potrebbe sembrare scontato dirlo ma lasciatevi trasportare dalle vostre gambe. Bene, ecco i nostri 4 luoghi più importanti:


1. Via Ridola

Il salotto della città, una terrazza di buon gusto affacciata sui Sassi. Facilmente accessibile da una delle vie principali si arriva a questa fantastica via/piazza che raccoglie nel suo perimetro di case basse una serie di negozietti di qualità in cui osserverete cura per i dettagli e precisione. Gli alberi presenti, le panchine, i tavoli dei localini, la pietra ovunque tratteggia una calma d’altri tempi, che di sera si trasforma in ordinata movida. Vi consigliamo di passare da questo luogo nelle varie ore della giornata così da apprezzarne il cambiamento e vivere dei suoi ritmi composti. Fermatevi per un cocktail al Caffè Bonacchi o fate un salto nell’eclettica Area 8 dove la musica e l’arredamento vintage farà surriscaldare il vostro smartphone!


2. Il belvedere

Tappa non sempre obbligata per tutti i turisti visto che non è nel perimetro cittadino, è necessario recarcisi in auto. Matera è la zona delle murge in sé necessita di un mezzo autonomo di spostamento, sono tante le cose da poter fare e vedere che non sono vicine ai centri cittadini, come ad esempio l’incredibile Cripta del Peccato Originale, il Pulo di Altamura o la diga di San Giuliano.

Il belvedere di Murgia Timone è la location storica di tutte le foto più belle della città, poiché consente di guardare l’intero agglomerato urbano dall’altro lato della gravina. Essendo in curva, si avrà una visione perfettamente panoramica della parte antropizzata, ovvero quella dei Sassi e anche di quella più naturale, oltre che camminando per la zona vi potrete imbattere in una serie di chiese rupestri nel bel mezzo della campagna.


3. Casa Noha, Bene del FAI

Casa Noha


è ospitata in un appartamento donato nel 2004 al FAI dalla famiglia materana Fodale e Latorre che lo ha abitato fino a pochi decenni fa, sito in un palazzo nobiliare cinquecentesco della antica famiglia nobiliare de Noha, di provenienza salentina che tra il Quattrocento ed il Cinquecento viveva qui. All’interno è possibile visionare un video dal titolo “I Sassi invisibili. Viaggio straordinario nella storia di Matera”. Il filmato, proiettato sulle pareti, i soffitti e i pavimenti delle stanze offre al visitatore una ricostruzione completa della storia della città di Matera dalle origi


ni a oggi.

Oggi Casa Noha rappresenta la porta d’ingresso ideale verso la città, il suo DNA. La visione multimediale al suo interno fornisce le chiavi di accesso per comprendere a pieno la storia millenaria di Matera.


4. Complesso Rupestre di San Nicola dei Greci e Madonna delle Virtù

Il complesso rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci rappresenta uno tra i principali siti rupestri dei Sassi di Matera. La struttura, interamente scavata nella roccia calcarea ed esempio dell’architettura in negativo, è composta dalle due chiese di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci, da un monastero, da una “Casa grotta” e da un’antica cantina. Tutti gli ambienti sono comunicanti tra loro per mezzo di stretti passaggi e ripide scalinate, le quali si aggrovigliano in un percorso articolato, fino a salire verso un affaccio da cui si può ammirare il torrente Gravina e la Murgia. Interamente scavato nel tufo del Sasso Barisano, oggi il complesso rupestre è sede di prestigiose mostre di arte contemporanea.

Ricordati che puoi costruire la tua esperienza da solo, oppure lasciarti ispirare da noi. Buon viaggio!


19 visualizzazioni

Headquarters

Viale Pasteur, 26 (c/o MacNil)

70024 - Gravina in Puglia (BA)

Phone

+39 339 6964085

+39 340 2716378

Registered Office

Viale Punzi, 101/D

PI-CF08161930725
SCIA: Comune di Gravina, 29/04/2020
RC Polizza:

n. 4348523 – Europ Assistance

FONDO DI GARANZIA:

n. 1996 - Fondo Vacanze Felici

Condizioni Generali di Contratto

Privacy Policy

Social

©2020 AdaTour. Proudly created by AdaTravel