In Puglia a settembre: cosa fare, dove andare

Se il Covid cambierà per sempre le nostre abitudini di viaggio è fuori discussione. Stiamo vivendo tempi strani che ci portano verso un continuo cambiamento e ciò che non ci manca è di certo il tempo e la possibilità di sperimentare.

Se non vi siete mai concessi una vacanza fuori il più canonico “agosto italiano”, quest’anno più di ogni altro, è proprio viaggiare fuori stagione che potrebbe regalarvi una sana e tranquilla occasione di vero svago. Più di ogni altro anno, i turisti hanno cercato di mantenersi non troppo vicini ai luoghi affollati della movida classica. Per questo vogliamo parlarvi di mete e tour settembrini, in grado di regalarvi scorci e panorami unici con temperature assolutamente gradevoli. A seconda delle varie latitudini settembre, consente tranquillamente di godersi un bagno al mare, oppure di passeggiare piacevolmente per i centri storici e resistere molto meglio a delle escursioni nelle aree naturali.

Volendo tenere ben a mente la tranquillità dei luoghi che vorremo visitare, oltre le marziane cave di Bauxite di Spinazzola, una sosta la meriterebbe certamente Gravina in Puglia con il suo Ponte, già protagonista nel trailer dell’ultimo 007 e molte altre pellicole. Un paesaggio murgiano in continuità che potrete approfondire a soli 20 minuti d’auto, a Matera la città dei Sassi, patrimonio Unesco nel ’93. In questa sosta “murgiana”, oltre i panorami e la pervasività dell’acqua, della pietra, della natura e di un’antropizzazione visibile a più livelli storici la cosa fondamentale sarà il portato enogastronomico variegato e stupefacente. In tal senso vi consigliamo di non perdere il Pallone di Gravina, la verdeca, i cardoncelli, i cruschi, le cicerchie e i profumi delle erbe spontanee del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, la nepetella, il finocchietto selvatico.


Volendo continuare, dovendo scegliere tra lato adriatico e jonico è doveroso fare una riflessione su quanto si conosce già il territorio. Se è la vostra prima volta in Puglia, dovrete fare uno sforzo e dovrete calarvi in flussi turistici leggermente più sostenuti e fare una sosta a Polignano a Mare e Monopoli, zone uniche per la presenza di spiagge stupende, calette di sabbia alternate a litorali di scogli dove oltre i panorami, anche qui, sarà la parte enogastronomica a farla da padrone. Non dimenticate di vistare le masserie che arricchiscono il territorio con gli ulivi secolari e la bellissima baia di San Vito con il suo antico monastero sul mare.

Arrivati a questo punto, dovrete probabilmente scegliere se continuare sul lato Adriatico, oppure se virare su quello Jonico, fatto sempre di spiagge uniche come Campomarino, San Pietro in Bevagna, Torre Lapillo, Porto Cesareo e le riserve naturali come Porto Selvaggio. In alternativa, si potrà continuare a scendere nel versante Adriatico facendo una virata all’interno di borghi estremamente iconici e affascinanti, ovvero Cisternino, Locorotondo, Ostuni, fino alla riserva naturale di Torre Guaceto.

Il viaggio può continuare anche in Salento ma ti daremo indicazioni specifiche nella prossima puntata.


Puoi costruire la tua esperienza da solo, puoi dare un’occhiata alla nostra proposta Mama Puglia Experience, legata al Mare e alle Masserie tra Polignano a Mare e Monopoli (guarda il video) oppure lasciarti ispirare da noi.

DOVE MANGIARE

- Gravina in Puglia: Mamma mia, Zia Rosa, Tracce

- Ruvo di Puglia: Mezzapagnotta cucina etnobotanica

- Matera: Paolangelo, Matera Mì

- Polignano a Mare: Pescaria, Panzerotti La Rotellina

- Monopoli: Masseria Garrappa

- San Pietro in Bevagna: braceria Fanuli



7 visualizzazioni

Headquarters

Viale Pasteur, 26 (c/o MacNil)

70024 - Gravina in Puglia (BA)

Phone

+39 339 6964085

+39 340 2716378

Registered Office

Viale Punzi, 101/D

PI-CF08161930725
SCIA: Comune di Gravina, 29/04/2020
RC Polizza:

n. 4348523 – Europ Assistance

FONDO DI GARANZIA:

n. 1996 - Fondo Vacanze Felici

Condizioni Generali di Contratto

Privacy Policy

Social

©2020 AdaTour. Proudly created by AdaTravel